Electron-Rich Bonding and the Importance of s,p Mixing as One Moves Across a Period: A Lesson from the LiSn System (Articolo in rivista)

Type
Label
  • Electron-Rich Bonding and the Importance of s,p Mixing as One Moves Across a Period: A Lesson from the LiSn System (Articolo in rivista) (literal)
Anno
  • 2001-01-01T00:00:00+01:00 (literal)
Http://www.cnr.it/ontology/cnr/pubblicazioni.owl#doi
  • 10.1021/ja0032576 (literal)
Alternative label
  • Ienco, Andrea; Hoffmann, Roald; Papoian, Garegin (2001)
    Electron-Rich Bonding and the Importance of s,p Mixing as One Moves Across a Period: A Lesson from the LiSn System
    in Journal of the American Chemical Society (Print)
    (literal)
Http://www.cnr.it/ontology/cnr/pubblicazioni.owl#autori
  • Ienco, Andrea; Hoffmann, Roald; Papoian, Garegin (literal)
Pagina inizio
  • 2317 (literal)
Pagina fine
  • 2325 (literal)
Http://www.cnr.it/ontology/cnr/pubblicazioni.owl#altreInformazioni
  • Partendo dall'analisi di una struttura uno a uno di litio e stagno, sono stati applicati i concetti del \"Magic\" Electron Count (una estensione delle regole classiche di Zintl-Klemm) per calcolare il numero di elettroni presenti nella substrutta dello stagno. Dall'analisi dei risultati è stato possibile ricavare che in generale per sistemi estesi contenenti elementi del gruppo 14 (come lo stagno) il numero di elettroni preferito presenti nella substruttura di stagno deve essere inferiore a quello calcolato con le regole del \"Magic\" Electron Count che invece vengono rispettate dagli elementi dei gruppi 15-17. (literal)
Http://www.cnr.it/ontology/cnr/pubblicazioni.owl#numeroVolume
  • 123 (literal)
Rivista
Http://www.cnr.it/ontology/cnr/pubblicazioni.owl#descrizioneSinteticaDelProdotto
  • Pubbilcazione sul Journal of the American Chemical Society (IF: 6.201; fonte: ISI 2002). Partendo dall'analisi di una struttura uno a uno di litio e stagno, sono stati applicati i concetti del \"Magic\" Electron Count (una estensione delle regole classiche di Zintl-Klemm) per calcolare il numero di elettroni presenti nella substrutta dello stagno. Dall'analisi dei risultati è stato possibile ricavare che in generale per sistemi estesi contenenti elementi del gruppo 14 (come lo stagno) il numero di elettroni preferito presenti nella substruttura di stagno deve essere inferiore a quello calcolato con le regole del \"Magic\" Electron Count che invece vengono rispettate dagli elementi dei gruppi 15-17. (literal)
Note
  • ISI Web of Science (WOS) (literal)
Http://www.cnr.it/ontology/cnr/pubblicazioni.owl#affiliazioni
  • Department of Chemistry and Chemical Biology, Cornell University, Ithaca, New York, USA (literal)
Titolo
  • Electron-Rich Bonding and the Importance of s,p Mixing as One Moves Across a Period: A Lesson from the LiSn System (literal)
Abstract
  • The electronic structure of an unusual LiSn phase (computed using band structure calculations in the framework of the extended Hu¨ckel tight binding theory) is the starting point for a general analysis of the variation of electron-rich multicenter bonding across a period. The LiSn crystal structure of Mu¨ller and Scha¨fer in question contains 2D slabs of Sn atoms arranged as microscopic stairs and intercalatedby Li atoms. Discrepancies between an electron count derived from a recent extension of the Zintl-Klemm rules to electronrich systems (52/3 electrons) and the experimental one (5 electrons for the Sn sublattice) and other failures of chemical common sense emerge in the analysis. The key for interpretation of a series of puzzling results was found in the comparative analysis of the Sn net with other main group element hypervalent slabs. Increasing s,p-mixing as one moves from the right to the left side of the same row of the periodic table is responsible for these effects. The result is that a lower electron count is found in the Sn slabs relative to the one expected from the extended Zintl-Klemm theory. The effect should also occur in discrete molecules. We also showed that the Li atoms have a role in the determination of the final structure, not only because of their small size but also through the degree of the electron transfer to the Sn sublattice. (literal)
Prodotto di
Autore CNR
Insieme di parole chiave

Incoming links:


Prodotto
Autore CNR di
Http://www.cnr.it/ontology/cnr/pubblicazioni.owl#rivistaDi
Insieme di parole chiave di
data.CNR.it