Descrizione del modulo "Arricchimento ambientale e patologia cerebrale (ME.P02.006.004)"

Type
Label
  • Descrizione del modulo "Arricchimento ambientale e patologia cerebrale (ME.P02.006.004)" (literal)
Potenziale impiego per bisogni individuali e collettivi
  • Applicazione clinica di protocolli di manipolazione ambientale che favoriscono la plasticità (arricchimento) per la prevenzione e cura di patologie neurodegenerative umane, tra cui la malattia di Alzheimer. Traslazione e applicazione clinica dei risultati ottenuti per il miglioramento e recupero delle funzioni cognitive e sensoriali in soggetti umani con sindrome di Down. Applicazione delle tecniche di stimolazione ambientale e apprendimento percettivo visivo per la cura dell'ambliopia in soggetti adulti. Creazione di network nei settori della salute pubblica. (literal)
Tematiche di ricerca
  • Il modulo si articola sui seguenti temi principali: 1) Studio clinico e sperimentale dell'efficacia di un intervento di training cognitivo e motorio nell'invecchiamento e nella demenza 2) Studio sperimentale degli effetti dell'arricchimento ambientale e del trattamento con farmaci antidepressivi su un modello murino della sindrome di Down. (literal)
Competenze
  • I ricercatori afferenti al modulo e i loro collaboratori coprono globalmente una gamma estesa di competenze che permette l'attuazione di studi multidisciplinari. In particolare, le competenze espresse dai ricercatori di questo modulo coprono i seguenti ambiti: neuroscienze comportamentali psicologia sperimentale elettrofisiologia in vivo e in vitro biologia molecolare biologia cellulare biochimica (HPLC, western blot, elettroforesi; morfologia (microscopia ottica; elettronica; confocale; immunocitochimica). chirurgia sperimentale Nella parte clinica, il modulo coinvolge personale esperto in tecniche di stimolazione cognitiva in soggetti con deficit cognitivo e psicoterapia. (literal)
Potenziale impiego per processi produttivi
  • Identificazione di molecole chiave, comuni agli animali e all'uomo, alla base di fenomeni di plasticità e recupero da danni nel sistema nervoso centrale. Potenziale brevetto nell'impiego di tali molecole per prevenire il decadimento cerebrale e sensoriale associato a varie condizioni patologiche. Sviluppo e brevetto di apparecchiature atte alla stimolazione motoria, cognitiva e sensoriale nell'uomo, sia in soggetti sani sia in pazienti con disturbi neurologici. (literal)
Tecnologie
  • come sopra (literal)
Obiettivi
  • Studio degli effetti della stimolazione ambientale sul decadimento cognitivo e sensoriale associato all'invecchiamento fisiologico e patologico Studio degli effetti di recupero funzionale indotto dall'arricchimento ambientale in modelli murini della sindrome di Down Studio dei meccanismi che regolano la plasticità del sistema visivo adulto, con particolare riferimento alla riapertura di periodi critici indotta dall'arricchimento ambientale Sviluppo di strategie farmacologiche per il trattamento delle suddette patologie (literal)
Stato dell'arte
  • Nell'uomo, l'esposizione ad una vita ricca di stimoli contrasta gli effetti dell'invecchiamento fisiologico e patologico, contribuendo a sviluppare ed accrescere la cosiddetta riserva cognitiva individuale. Nei modelli animali, l'arricchimento ambientale induce marcati incrementi dello spessore e del peso della corteccia, delle dimensioni dei corpi cellulari e del nucleo, della lunghezza delle spine dendritiche e della densità sinaptica. Studi più recenti hanno inoltre messo in luce che la vita in un ambiente arricchito stimola la neurogenesi e la plasticità sinaptica ippocampale, aumenta l'espressione di molecole effettrici della plasticità come le neurotrofine, riduce l'apoptosi e, a livello comportamentale, potenzia le prestazioni in compiti che coivolgono le funzioni cognitive superiori, come l'apprendimento e la memoria. Inoltre, l'esposizione a un ambiente arricchito ha effetti benefici marcati in modelli animali di malattie neurodegenerative come la malattia di Alzheimer, il morbo di Parkinson e la corea di Huntington, o in modelli di disturbi di sviluppo del sistema nervoso centrale quali la sindrome dell'X fragile, la sindrome di Rett e la schizofrenia. (literal)
Tecniche di indagine
  • Elettrofisiologia in Vivo ed in Vitro, su cellule, tessuti o aree del Sistema Nervoso Centrale Microscopia ottica e confocale Analisi di immagine Metodiche di Arricchimento e Impoverimento Ambientale Tecniche di comportamento animale basate su compiti visivi e motori Impiego di apparecchiature per indagini neurologiche e comportamentali di soggetti umani senescenti, affetti o no da demenza. (literal)
Descrizione di

Incoming links:


Descrizione
data.CNR.it