Descrizione previsione attività della commessa "Inquinanti emergenti nelle emissioni e in ambiente (TA.P07.021)"

Type
Label
  • Descrizione previsione attività della commessa "Inquinanti emergenti nelle emissioni e in ambiente (TA.P07.021)" (literal)
Iniziative per acquisizione entrate
  • Nel 2015 è prevista una collaborazione con A2A Centrale di Monfalcone per: - Identificazione e correlazione dei microinquinanti organoclorurati tra l'emissione della centrale e l'area circostante la centrale. E' previsto per la durata di 10gg in inverno ed estate il monitoraggio delle emissioni/immissioni per i seguenti parametri PCDD/F, PCB-DL, IPA, Metalli pesanti e mercurio e la speciazione dei composti costituenti il PM10. Attraverso l'applicazione dell'analisi multifattoriale si cercheà di trovare laddove possibile una correlazione tra i valori ottenuti. Per la Buzzi Unicem è previsto uno studio finalizzato alla determinazione delle specie chimiche in frazioni di particelle in particolare le nano (literal)
Punti critici
  • L'attività prevede, nell'ambito della chimica analitica, lo sviluppo di metodiche, anche automatiche, per l'identificazione ed il dosaggio di microinquinanti organici presenti nelle emissioni di alcuni settori industriali ed immissioni; la valutazione dei processi chimici ed industriali consente lo studio di processi tecnologici e sistemi di abbattimento che consentano la riduzione delle emissioni inquinanti organici ed emergenti, nonché la messa a punto di sistemi di monitoraggio in continuo. Tra i contaminanti emergenti (EOC) speciale attenzione sarà rivolta alle sostanze psicotrope illecite (cocaina, cannabinoidi). Le droghe saranno monitorate congiuntamente agli inquinanti normati (BaP, IPA) e saranno studiate le modulazioni spazio-temporali. Saranno compiuti test relativi alla presenza di ftalati e studi per standardizzare un metodo per il monitoraggio di BaP e IPA. Saranno studiati gli IPA in aria indoor. Al fine di controllare e ridurre l'emissione del particolato, sarà approfondita la conoscenza del contributo relativo e assoluto dalle fonti emissive, valutandone la distribuzione di concentrazione e la dimensione delle particelle sia in termini di massa che di numero (literal)
Attività da svolgere
  • Al fine di rispondere all'esigenza nazionale di disciplinare le funzioni connesse al controllo delle emissioni industriali in atmosfera e la qualità dell'aria, nonché l'assicurazione della qualità delle misure, viene portata avanti una attività che scaturisce dall'opportunità e dalla volontà di offrire al sistema legislativo comunitario e nazionale, le specifiche esperienze e competenze maturate dall'Istituto sull'Inquinamento Atmosferico nel campo dei monitoraggi e controlli delle emissioni e immissioni dei microinquinanti organici nonchè di nuovi inquinanti emergenti. In questa ottica, l'Istituto intende proporsi come organismo nazionale preposto a svolgere le funzioni tecniche relative alla messa a punto di metodi di campionamento e analisi, mostrando di poter rispondere ai requisiti necessari per questo: • esperienza specifica nel settore; • operatività immediata; • possibilità di eseguire prove di laboratorio e prove sul campo. (literal)
Risultati attesi
  • Il GdR possiede le competenze per lo sviluppo delle attività previste e ha realizzato un importante data-base per analisi di confronto e studi statistici. Ha le competenze per sviluppare nuovi metodi, sia per i contaminanti emergenti (nuove droghe, ftalati), sia per il BaP e gli IPA, e per l'approccio al comportamento \"chimico-fisico\" di queste sostanze (ripartizione tra fasi, persistenza). All'occorrenza il GdR può sviluppare strumenti e procedure. Il GdR ha eseguito test preliminari per la misura di IPA in aria indoor e outdoor, campionando i vapori e le polveri sospese a basso flusso. (literal)
Descrizione di

Incoming links:


Descrizione
data.CNR.it