Descrizione della commessa "Immunogenetica ed immunofarmacologia personalizzata in patologie neurologiche, neoplastiche ed immunologiche (ME.P02.025)"

Type
Label
  • Descrizione della commessa "Immunogenetica ed immunofarmacologia personalizzata in patologie neurologiche, neoplastiche ed immunologiche (ME.P02.025)" (literal)
Potenziale impiego per bisogni individuali e collettivi
  • I risultati saranno materia di pubblicazione nazionale ed internazionale per la condivisione di conoscenze e processi fondamentali che forniscono la base necessaria al progresso ed allo sviluppo scientifico. Il contributo all'avanzamento delle conoscenze sui meccanismi molecolari dei processi neurodegenerativi e immunopatologici potrà fornire elementi per una corretta concertazione di interventi socio-sanitari e per l'individuazione di nuove prospettive terapeutiche ed applicazioni diagnostiche. Trasferimento delle conoscenze ottenute in studi di banch to bedside che includono protocolli clinico sperimentali di monitoraggio o immunoterapia in pazienti. Costituzione di database internazionale per l'impiego nel settore trapianti e HLA-malattie. Studi antropologici. Diagnosi/evoluzione di malattie HLA-correlate. Definizione di nuovi targets farmacologici per strategie terapeutiche specifiche e formulazione di reali indici clinici al fine di creare uno strumento pratico e non invasivo per il monitoraggio clinico e terapeutico di patologie immunomediate. (literal)
Strumentazione
  • Sono a disposizione dei partecipanti alla commessa le apparecchiature necessarie allo svolgimento dell'attivit¡§¡è di ricerca. In particolare l'istituto dispone di apparecchiature necessarie ad indagini di biologia cellulare e molecolare (apparati per colture cellulari primarie e linee, western blot, ELISA, spettrofotometria, microscopia ottica e a fluorescenza, analisi densitometrica, PRC/ RT-PCR, sequenziamento genico) Per lo svolgimento di alcune tecniche di indagine (attivita enzimatica, citofluorimetria, real time PCR, microscopia confocale, proteomica) ci si avvarrà delle competenze e delle strutture messe a disposizione dalle collaborazioni esterne. (literal)
Tematiche di ricerca
  • Studio immunogenetico e molecolare di fattori e meccanismi eziologici e protettivi potenzialmente individuabili come markers e/o targets diagnostico-terapeutici. Nello specifico: a]ruolo di polimorfismi genetici HLA, HLA-non classici, di interesse immunologico e farmacogenetico e di molecole neurotrofiche in patologie neurologiche (neurodegenerative, cognitive e comportamentali), immunologiche, cardiovascolari, in pazienti trapiantati e nella ricostituzione dell'immunità naturale; b]studio della variabilità genetica e manipolazione del segnale recettore-ligando al fine di effettuare regimi terapeutici personalizzati che evitino l'eccesso o il difetto di immunosoppressione; c]coinvolgimento di molecole neurotrofiche e citochine e dei processi trasduzionali da esse mediati nell'invecchiamento cerebrale; d]comprensione dei ruoli fisiopatologici del dimorfismo sessuale della risposta immunitaria nella predisposizione alle malattie e al beneficio terapeutico, per migliorare la salute umana attraverso strategie personalizzate; e]analizzare i fattori genetici di rischio potenzialmente coinvolti nella malattia celiaca e nella spondilite anchilopoietica (SPA) nella popolazione del Marocco (literal)
Competenze
  • Il personale possiede un'esperienza pluriennale nello studio del coinvolgimento di molecole di origine immunitaria nei processi neurodegenerativi nello studio di polimorfismi genetici HLA, nella definizione della compatibilit¨¤ donatore-ricevente nei trapianti e nello studio dei meccanismi patogenetici e ruolo di mediatori solubili in malattie immunologiche. L'istituto possiede le apparecchiature di base per l'impiego delle tecniche di biologia cellulare e molecolare ed un sequenziatore automatico con software dedicati. Presso la sede dell'Istituto ¨¨ pertanto possibile effettuare lo studio di polimorfismi genici (es. HLA, analisi di microsatelliti, ecc.) e la definizione della compatibilit¨¤ allelica HLA donatore/ricevente in trapianti di cellule staminali ematopoietiche. Il laboratorio di biologia cellulare dell'Istituto permette inoltre lo studio in vitro. L'Istituto possiede strutture ed apparecchiature idonee a ricevere annualmente la certificazione di qualità (accreditamento) rilasciata da apposite societ¨¤ scientifiche (ASHI, EFI) per l'esecuzione e la refertazione clinica dell'analisi di tipizzazione HLA. (literal)
Potenziale impiego per processi produttivi
  • Non si prevedono impieghi immediati per processi produttivi. (literal)
Obiettivi
  • Obiettivo del progetto è l'avanzamento delle conoscenze sui meccanismi molecolari e genetici coinvolti nell'eziologia di patologie neurodegenerative ed immunologiche. Ci proponiamo di a) individuare parametri genetici e molecolari in grado di influenzare il processo di neurodegenerazione e di aging; b) valutare le implicazioni del genere, maschile e femminile, nei meccanismi immunologici nello stato di salute e di malattia e nell'invecchiamento, identificando i targets e i biomarcatori genere-specifici nel sangue periferico; c) definire possibili correlazioni tra polimorfismi genici e disordini cognitivi e/o neurologici; d) verificare a livello clinico il ruolo di polimorfismi genetici (HLA, HLA-non classici, citochine, molecole coinibitorie) nell'insorgenza/prevenzione di complicanze post trapianto, nella suscettibilità a patologie autoimmuni ed allergiche; e) verificare il ruolo svolto da varianti genetiche della molecola coinibitoria CTLA-4 implicata nella tolleranza periferica con la comparsa di episodi di rigetto acuto dopo il trapianto di rene e/o la produzione anticorpale HLA-specifica; f) valutare il possibile effetto funzionale di un differente substrato genetico HLA. (literal)
Stato dell'arte
  • La componente genetica nella suscettibilità a malattie complesse sta assumendo sempre più importanza nella medicina moderna. Alcuni polimorfismi genetici associati tra loro e combinati con specifiche componenti ambientali, possono elevare notevolmente il rischio di sviluppare patologie diffuse nella società industriale quali le malattie neurodegenerative, cardiovascolari, tumorali ed autoimmuni oltre che rivestire un ruolo essenziale nelle compatibilità tissutale nei trapianti. Alcuni polimorfismi, possono comportare variazioni dei livelli di espressione della molecola codificata con conseguente disfunzionalità. Quindi lo studio della variabilità genetica potrebbe individuare alleli di rischio o protettivi e sarà uno dei fattori di cui si dovrà tenere conto in futuro nella pratica clinica. Anche il fattore di genere è un elemento sempre più tenuto in considerazione nei meccanismi eziologici, diagnostici e terapeutici, in quanto gli ormoni sessuali influenzano la risposta immunitaria, ma questo dimorfismo è ancora da chiarire, tenendo conto dell'innalzamento dell'età media sociale e di più eventi autoimmuni nelle donne. (literal)
Tecniche di indagine
  • Saranno utilizzati modelli sperimentali animali in vivo e modelli in vitro costituiti da colture primarie neuronali, gliali, miste, colture linfocitarie e colture di cellule dendritiche. Per lo studio in vivo si utilizzeranno roditori (topi inbred e/o ratti) regolarmente forniti da aziende specializzate e sottoposti a trattamenti in accordo con le linee guida per la sperimentazione animale. Lo studio di polimorfismi sar¨¤ condotto su campioni ematici. Si utilizzeranno tecniche di biologia cellulare (citotossicit¨¤, imunocitochimica, immunoenzimatica, fluorimetria, citometria a flusso) e molecolare (RT-PCR, real time PCR, western blot, proteomica, microscopia confocale). Per lo studio immunogenetico e l'analisi dei possibili polimorfismi ci si avvarr¨¤ di tecnologie molecolari ad alta risoluzione come il sequenziamento genico (sequence-based typing SBT). Si prevede di mettere a punto tecniche di trasfezione e di siRNA allo scopo di individuare il ruolo specifico di determinate molecole proteiche nei processi neurotossici e/o neurotrofici. Ci si avvarr¨¤ inoltre del supporto delle collaborazioni attive e delle loro competenze tecniche, scientifiche e strumentali. (literal)
Descrizione di

Incoming links:


Descrizione
data.CNR.it